Secondo un articolo di Adnkronos, i pollini possono essere presenti in alcuni alimenti e potenzialmente causare reazioni allergiche. Uno studio condotto in Danimarca ha rivelato che il 10% dei prodotti alimentari contiene tracce di pollini. Le principali cause di queste contaminazioni sono il trasporto e la manutenzione delle macchine utilizzate per la produzione e il packaging. I sintomi possono andare dall’irritazione della gengiva e della bocca, ai problemi respiratori e alle anafilassi. Gli allergici devono essere particolarmente attenti ai prodotti come il pane, il cioccolato e le bevande gassose, che sono i principali responsabili di queste contaminazioni.